Podcast

Storia e cultura delle donne: l'archivio della Società italiana delle storiche

Archivio della Società italiana delle storiche
Paola Stelliferi (direttivo SIS) e Claudia D'Avossa (socia SIS e archivista) descrivono l'archivio della Società italiana delle storiche. L’Archivio della Società italiana delle storiche (1988-2019) è conservato presso la sede legale dell’Associazione a Roma in via della Lungara 19, presso la Casa internazionale delle donne. Il complesso documentario rappresenta il fondo istituzionale della Società Italiana delle Storiche (SIS) e ne documenta le attività svolte a partire dalla fondazione, avvenuta nel 1989, fino al 2019. L’archivio conserva anche cinque fondi personali depositati da alcune socie che hanno ricoperto cariche sociali: si tratta dei fondi personali: “Annarita Buttafuoco”, “Maria Teresa Sega”, “Raffaella Baritono”, “Dinora Corsi”, “Marina Caffiero”. Il fondo conserva oltre all’atto costitutivo e gli statuti, per lo più documenti di carattere amministrativo e contabile, come bilanci e rendiconti, registri contabili, fatture e ricevute, documenti relativi agli abbonamenti alla rivista «Genesis» e alle collaborazioni attivate in occasione delle iniziative promosse dalla SIS; conserva inoltre la corrispondenza con soggetti esterni, comunicati interni, documenti relativi alle attività degli organi sociali (Assemblea delle socie e Consiglio Direttivo) e delle Commissioni interne, richieste di iscrizione, elenchi, schede personali e dati delle socie; tra le partizioni più consistenti si segnala la serie “Attività scientifica e di formazione” che documenta le attività e le iniziative svolte dalla SIS nella promozione e divulgazione della ricerca storica, didattica e documentaria nell’ambito della storia delle donne e della storia di genere (la serie si articola a sua volta in 11 sottoserie: “Congressi”, “Convegni e seminari”, “Corsi di formazione”, “Scuola estiva di storia delle donne”, “Agenda”, “Newsletter della SIS”, “Genesis”, “Premi”, “iniziative e progetti vari”, “Attività editoriale”, “Partecipazione a organismi e associazioni”). Si conservano inoltre manifesti e locandine, volantini e opuscoli delle manifestazioni e delle iniziative organizzate o promosse dall’Associazione, nonché del materiale sonoro (interviste e registrazioni di convegni e seminari). Nel 2019 è stato effettuato un intervento di riordinamento e inventariazione della documentazione cartacea mediante l’applicativo per la gestione documentale xDams. Il fondo di Marina Caffiero, depositato nel dicembre 2019, e il materiale sonoro sono ancora in corso di riordino e inventariazione. Oltre alla documentazione cartacea, è presente anche documentazione elettronica, di consistenza non determinata, conservata su hard disk esterno e relativa alle attività dell'associazione a partire dai primi anni Duemila. L’Archivio è liberamente consultabile, previo appuntamento e fatte salve le limitazioni previste dalla legislazione in materia di tutela del diritto alla riservatezza e all'identità personale.
"Avete mai guardato", Canzoniere Femminista (Gruppo musicale del Comitato per il salario al lavoro domestico di Padova), Canti di donne in lotta, Vedette Zodiaco, 1975.

condividi su