nel 2020 archivissima giunge alla terza edizione

nato nel 2017 dalle precedenti esperienze della notte degli archivi, ha come obiettivo quello di promuovere presso il grande pubblico i patrimoni e le storie conservate negli archivi storici.

WHAT [cosa]

quattro giorni per gli archivi

Al centro di una intensa programmazione fatta di convegni, laboratori, talk, esposizioni artistiche, colazioni a tema, tour, proiezioni ci sarà la riflessione sul ruolo delle donne come protagoniste di percorsi di cambiamento e trasformazione.

WHEN [quando]

dal 3 al 6 aprile

Un lungo week-end dedicato alla scoperta dei patrimoni arricchita da nuove modalità di valorizzazione degli archivi, tantissimi talk, un contest per le scuole e una veste speciale per il cuore pulsante dell'evento: la notte degli archivi che quest'anno diventa Nazionale.

WHERE [dove]

a Torino e non solo...

Si rinnova la collaborazione con il Polo del '900 che anche per la terza edizione sarà la casa del festival. Intorno e in tutta Italia ci saranno le sedi degli archivi storici protagonisti di #archivissimaEXTRA e della notte degli archivi.

WHO [chi]

un festival per tutti

Dai bambini agli studenti, dagli archivisti agli operatori culturali, dai cittadini agli appassionati della cultura e delle sue connessioni.

Looking back, we were the luckiest people in the world. There was no choice but to be pioneers; no time to be beginners

Margaret Hamilton

Il tema

#WOMEN

Katherine Wilson Sheppard
Attivista del movimento per il suffragio femminile che condusse e donne al voto per la prima volta in Nuova Zelanda nel 1893

Margaret Hamilton 
Ingegnere informatico che contribuì a mandare l’uomo sulla Luna nel 1969 grazie allo sviluppo del software usato nel programma spaziale Apollo

Marie Curie
Scienziata, fisica e chimica, fu la prima donna a insegnare alla Sorbona di Parigi e a vincere due premi Nobel in due ambiti distinti: fisica nel 1903 e chimica nel 1911

Tre esempi che testimoniano i traguardi raggiunti dalle donne negli ultimi secoli di storia. Ma l’essere donne, come scriveva Simone de Beauvoir ne “Il secondo sesso” non è un dato naturale. È, piuttosto, il risultato di una storia. “Nessun destino biologico, psichico o economico definisce l’aspetto che riveste nella società. È l’insieme della storia e della civiltà a elaborare quel prodotto”. La terza edizione di archivissima si apre all’insegna di questa riflessione che mette al centro le donne. Per celebrarne i successi di cui la storia è disseminata e per testimoniare l’importanza dei processi di trasformazione e cambiamento che in tantissimi ambiti le donne hanno saputo attivare.

archivissima 2020 sarà la casa di queste storie.

3 aprile 2020

la notte degli archivi 2020 diventa nazionale